« Torna alla homepage

Comitato tecnico-operativo

EDIZIONE 2015

IL DIRETIORE GENERALE

VISTO il DPR 8 marzo 1999 n. 275, "Regolamento recante norme  in materia  di autonomia  delle istituzioni scolastiche, ai sensi dell'art. 21della  legge 15 marzo 1197, n. 59";
VISTA la legge 11gennaio 2007 n. 1, in particolare  l'art. 2;
VISTO il Regolamento recante "revisione  dell'assetto  ordinamentale, organizzativo e didattico dei licei ai sensi dell'art.  64 comma 4, del decreto legge 25 giugno
2008, n. 112, convertito dalla legge 6 agosto 2008, n. 133";
VISTO il decreto legislativo 29 dicembre 2007, n. 262;
VISTO lo Schema di regolamento recante "Indicazioni nazionali riguardanti gli obiettivi specifici di apprendimenti concernenti  le attività e gli insegnamenti compresi nei piani degli studi previsti per i percorsi liceali di cui all'art. 10, comma 3 del DPR 15 marzo 2010, n. 89, in relazione all'art.  2 commi 1e 3, del medesimo regolamento";
VISTA la legge 30 dicembre  2010 n. 240 in particolare  l'art. 4;
CONSTATATO il valore e lo spazio che le Indicazioni nazionali attribuiscono nei nuovi Licei alle lingue classiche e alle civiltà all'interno delle quali tali lingue si sono sviluppate  e di cui sono segno e testimonianza;
RILEVATA la necessità di promuovere nei licei una rinnovata  attenzione  per la lettura  e lo studio degli Autori Greci e Latini e per l'attenzione alle Civiltà Classiche nelle sue manifestazioni linguistiche, letterarie, filosofiche, artistiche  e giuridiche;
CONSIDERATE la più generali finalità  educative legate alla promozione e allo sviluppo della cultura  classica nei percorsi di istruzione della scuola secondaria di secondo grado;
RAVVISATA l'opportunità di valorizzare le eccellenze nell'ambito delle discipline classiche nei percorsi di istruzione  della scuola secondaria di secondo grado;
VISTO il D.D. prot. n.0000708 del 7 ottobre 2014 che prevede la costituzione  di un Comitato Tecnico Educativo;
CONSIDERATO che il suddetto  decreto attribuisce  al Comitato Tecnico Operativo compiti  di promozione e di attuazione  delle Olimpiadi di Lingue e Civiltà Classiche;
CONSIDERATA l'esigenza di aggiornare il Comitato con nuove e diversificate  professionalità;


DECRETA:

ART. 1- Per le finalità indicate in premessa  è costituito il Comitato Tecnico  Operativo, con compiti di promozione e attuazione delle Olimpiadi di Lingue e Civiltà  Classiche   nei percorsi di istruzione della scuola secondaria di secondo  grado, così composto:

SEZIONE GRECO
Domenico Accorinti Docente, Liceo classico "G. Galilei"- Pisa
Valentina Cuomo  Docente, Liceo classico "Q.Orazio  Fiacco"- Bari
Pietro Rosa Docente, Liceo classico "Minghetti"-  Bologna
Elena Mazzacchera Docente, Liceo classico "Paolo Sarpi"-  Bergamo
Annalisa Tugnoli  Docente, Liceo classico "Minghetti"-  Bologna

SEZIONE LATINO
Maria  Antonia Piva- Dirigente scolastico, Liceo classico degli Abruzzi- Treviso
Giuseppe D'Alessio  Docente, Liceo classico "Vittorio Emanuele II"- Napoli
Gian Enrico Manzoni Docente, Liceo classico "Arici"- Brescia
Giovanni Sponton - Docente, Liceo classico "G.Carducci"- Milano
Valeria Rossi-  Docente Liceo Classico" Marchesi Concetto"- Padova

SEZIONE CIVILTA' CLASSICHE
Laura Colantonio Docente, Liceo classico "G. Garibaldi"- Napoli
Paola Massucco  Docente, Liceo classico- Alessandria
Manuela Padovan Docente, Liceo classico "XXV Aprile"- Portogruaro
Donatella  lacondini Docente, Liceo classico "M.Minghetti"-  Bologna
Pietro Cappelletto Docente, Liceo classico "B. Zucchi"- Monza

Il coordinamento delle  sezioni è affidato rispettivamente al Prof. Mauro Tuili-Presidente della Consulta  universitaria del greco, al Prof.Giovanni Polara- Docente di Letteratura latina­ Università di Napoli" Federico  Il", e alla Prof.ssa Cinzia Bearzot- Docente di Storia greca presso l'Università Cattolica di Milano.

ART 2- Il Comitato Tecnico  Operativo Nazionale  per  la Cultura  Classica avrà il compito, in sintonia  con il Comitato Istituzionale dei Garanti per la Cultura  Classica, di:
•    Elaborare   il  bando   per  l'istituzione, a  partire  dall'anno scolastico   in  corso  e  con cadenza annuale, delle  Olimpiadi delle lingue  e civiltà  classiche;
•    scegliere  generi, autori, caratteristiche generali e specificità linguistiche delle prove;
•    definire i criteri generali di valutazione e le linee  guida  alle quali  dovranno attenersi, nella selezione degli elaborati migliori, i nuclei di correzione;
•       proporre al Comitato Istituzionale dei Garanti  per la Cultura  Classica una selezione  di studenti da premiare nelle singole sezioni previste dalle Olimpiadi;
•       interagire,  nell'ambito  della   realizzazione  delle   Olimpiadi  delle   lingue   e  civiltà classiche,  con  i Comitati Olimpici Regionali  di  cultura  classica, costituiti presso  le Direzioni Scolastiche   Regionali,   le  province  Autonome  di  Trento  e  Bolzano   e  la regione autonoma Valle d'Aosta.


ART 3 -l singoli coordinatori designano un vice coordinatore nell'ambito della propria area dicompetenza.
Il Comitato  Tecnico Operativo  Nazionale regola  il funzionamento  delle proprie  attività, per gruppi di lavoro funzionali alla realizzazione delle Olimpiadi delle lingue e civiltà classiche.

ART. 4 - l  componenti  estranei all'Amministrazione Scolastica,  ai fini  del  rimborso  delle spese di viaggio, vitto e alloggio, sono equiparati a .dirigenti.

ART. 5 - La partecipazione al Comitato Tecnico  Operativo Nazionale non  comporta  alcun compenso.

ART.  6  - Le  funzioni  di  segreteria  saranno   assicurate   dalla   Direzione  Generale   per  gli Ordinamenti scolastici  e per l'Autonomia scolastica, uff.  VII, che curerà  le attività di supporto organizzativo.