« Torna alla homepage

OLIMPIADI NAZIONALI DELLE LINGUE E CIVILTA' CLASSICHE

EDIZIONE 2016

Comitato Istituzionale dei Garanti per la Cultura Classica

MIUR AOODPIT - Prot. n. 0000437 - 28/05/2015

IL DIRETTORE GENERALE

VISTO           il DPR 8 marzo 1999 n. 275, “Regolamento recante norme in materia di autonomia delle istituzioni scolastiche, ai sensi dell’art. 21 della legge 15 marzo 1197, n. 59”;
VISTA           la legge 11 gennaio 2007 n. 1, in particolare l’art. 2;
VISTO           il decreto legislativo 14 gennaio 2008 n. 21;
VISTO           il Regolamento recante “revisione dell’assetto ordinamentale, organizzativo e didattico dei licei ai sensi dell’art. 64 comma 4, del decreto legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito dalla legge 6 agosto 2008, n. 133”;
VISTO           il decreto legislativo 29 dicembre 2007, n. 262;
VISTO           lo Schema di regolamento recante “Indicazioni nazionali riguardanti gli obiettivi specifici di apprendimenti concernenti le attività e gli insegnamenti compresi nei piani degli studi previsti per i percorsi liceali di cui all’art. 10, comma 3 del DPR 15 marzo 2010, n. 89, in relazione all’art. 2 commi 1 e 3, del medesimo regolamento”;
VISTA           la legge 30 dicembre 2010 n. 240 in particolare l’art. 4;
VISTA           la legge 12 luglio 2011 n. 106, in particolare l’art. 9 comma 3;
VISTA        la nota del 6 Maggio 2015 con cui il Dott. Stefano Quaglia  ha comunicato le proprie dimissioni dal Comitato Istituzionale dei Garanti per la Cultura Classica;
VISTE           le indicazioni afferenti i nuovi Licei;
RILEVATA  la necessità di promuovere nei licei un approfondimento dei testi con particolare riguardo alle analisi letterarie, linguistiche, filosofiche, artistiche e giuridiche degli autori greci e latini;
CONSIDERATE le finalità educative legate alla promozione e allo sviluppo della cultura classica nei percorsi di istruzione della scuola secondaria di secondo grado;
RAVVISATA l’opportunità di valorizzare le eccellenze nell’ambito delle discipline classiche nei percorsi di istruzione della scuola secondaria di secondo grado;
CONSIDERATA  l’esigenza di aggiornare il Comitato con nuove e diversificate        professionalità;

DECRETA:
ART. 1 – Per le finalità indicate in premessa è costituito il Comitato Istituzionale dei Garanti per la Cultura Classica, con compiti di promozione e sviluppo della cultura classica nei percorsi di istruzione della scuola secondaria di secondo grado così composto:

Carmela Palumbo MIUR – Direttore Generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione.
Edvige Mastantuono MIUR – Dirigente Direzione generale ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione.
Mauro Tulli Presidente della Consulta  Universitaria del Greco.
Cinzia Bearzot Docente universitaria di Storia Greca  presso l’Università Cattolica di Milano.
Maurizio Bettini Docente di Filologia Classica presso l’Università di Siena.
Luciano Canfora Docente di Filologia Classica in quiescenza.
Ugo Cardinale Dirigente scolastico in quiescenza.
Paolo Fedeli Accademico dei Lincei, docente di Letteratura Latina presso l’Università di Bari.
Valerio M.Manfredi Archeologo e  Scrittore.
Franco Montanari  Docente di Letteratura Greca presso l’Università di Genova.
Giuliano Pisani Presidente AICC (Associazione Italiana di Cultura Classica), delegazione di Padova.
Giovanni Polara Docente universitario di Letteratura Latina in quiescenza.
Renzo Tosi  Docente di Lingua e Letteratura Greca presso l’Università di Bologna.

  

ART. 2 – Il Comitato Istituzionale dei Garanti per la Cultura Classica avrà il compito di:

  • Definire le linee generali d’azione per la promozione e lo sviluppo della cultura classica nella scuola italiana.
  • Sviluppare e diffondere l’analisi e la riflessione sulle Indicazioni Nazionali per i nuovi Licei in relazione all’insegnamento delle lingue e civiltà classiche.
  • Valorizzare e curare la diffusione tra gli studenti e i docenti di iniziative finalizzate a potenziare le eccellenze nell’ambito dell’insegnamento delle lingue e delle civiltà classiche.
  • Formulare proposte per l’attività di formazione e aggiornamento in servizio destinate ai docenti di Lettere, in particolare del settore classico nonché alla formazione iniziale e al TFA dei docenti stessi.
  • Favorire il nuovo instaurarsi di un proficuo rapporto organico fra le istituzioni scolastiche e le Università ed eventuali altri soggetti, pubblici e privati, impegnati in attività di ricerca, sostegno e studio delle lingue e civiltà classiche, anche in un ottica di orientamento universitario.
  • Promuovere e sostenere la creazione di reti territoriali fra i Licei che prevedono lo studio delle lingue e civiltà classiche, anche in raccordo con le Associazioni disciplinari e di settore.
  • Offrire al Comitato Tecnico Operativo precise indicazioni per l’attuazione delle Olimpiadi di lingue e civiltà classiche in merito ai seguenti aspetti:
    • Scelta dei generi, degli autori, delle caratteristiche generali e delle specificità linguistiche delle prove;
    • Definizione dei criteri generali di valutazione e delle linee guida alle quali dovranno attenersi nella selezione degli elaborati migliori i nuclei di correzione dei Comitati Olimpici Regionali e il Comitato Tecnico Operativo;
    • Individuazione dei vincitori delle singole sezioni, entro le rose proposte dal Comitato Tecnico Operativo;
    • Deliberazione dei vincitori assoluti per il latino, il greco e le civiltà classiche.

ART. 3 – La presidenza del Comitato Istituzionale dei Garanti per la Cultura Classica è affidata al Direttore Generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione Dott.ssa Carmela Palumbo.
ART. 4  - La nomina a componente del Comitato Istituzionale dei Garanti per la Cultura Classica non comporta oneri per l’Amministrazione. Sono garantite le spese nella misura prevista per i dirigenti.
ART. 5 – Le funzioni di segreteria saranno assicurate dall’Ufficio I di questa Direzione generale che curerà le attività di supporto organizzativo e amministrativo.

Roma, 25/05/15

Il Direttore generale  
Carmela Palumbo

Scarica il PDF